Marcello Bombardi

my climbing life

Le prime due

1 Commento


Il 6 e 13 Aprile si sono svolte le prime due gare della stagione, finalmente il gioco si è fatto duro! 😉

Il periodo di allenamento intenso in vista della preparazione di questa stagione agonistica è stato interrotto due settimane per le prime tappe di Coppa Italia difficoltà e boulder che quest’anno hanno presentato due appuntamenti precoci nella stagione. Sapevo di avere svolto bene il lavoro dei primi mesi e nonostante non fossi ancora in perfetta forma mi sentivo abbastanza pronto per mettermi alla prova e confrontarmi con gli altri sul livello di forma.

CI Milano 8

Via di finale a Milano

Il primo appuntamento si è svolto nella palestra del Rock Spot a Milano dove ero già andato ad allenarmi un paio di volte per abituarmi alla tracciatura e all’inclinazione della parete, una delle più grandi e strapiombanti in Italia. La gara si apre con una via di semifinale sul lato destro del grande muro, quindi sulla parte meno strapiombante della struttura. Nonostante un finale particolare su volumi piramidali non era molto difficile e in 5 siamo arrivati in catena. La finale tagliava invece il muro a metà, una linea perfettamente dritta che passava sulla parte più inclinata della parete. Un tracciato che partiva fin da subito molto fisico, con prese buone e movimenti lunghi. Purtroppo non sono riuscito ad arrampicare come avrei voluto e decontraendo poco lungo la via sono arrivato all’uscita dal tetto ghisato, un paio di movimenti e le braccia mi si sono aperte. Concludo la gara in 4° posizione, consapevole che una gestione migliore della scalata mi avrebbe permesso di salire più in alto.

 

Alcune foto della via di finale:

Il secondo appuntamento era a Roma per la prima prova di Coppa Italia boulder. Dopo un lungo viaggio in treno e un sabato passato in giro per la capitale siamo arrivati la domenica alla palestra dell’école verticale dove, per l’evento, è stata inaugurata la nuova struttura. Gli atleti iscritti erano tanti, sapevo che già arrivare in finale non sarebbe stato facile e non potevo sprecare tanti tentativi. Quest’anno mi sono impegnato molto a provare flash i blocchi nuovi che trovavo nelle palestre (e penso che il TCC sia servito molto per il fatto che ogni volta provi una decina di blocchi nuovi tracciati sempre da persone diverse con stili diversi) perchè a questi livelli e con il formato 5 blocchi in 5 minuti conta molto di più la bravura nel leggere il metodo e nel capire i movimenti giusti più che la forza in sé.

Finale - boulder 2

Il lancio del secondo boulder di finale

A quanto pare è servito perchè con 3 top in 6 tentativi passo il turno in 3° posizione. I boulder di finale erano proprio ben tracciati! Belli e di vario stile, infatti tutti sono stati chiusi ma da persone sempre diverse. Io riesco a chiudere il secondo blocco in cui il passaggio chiave era una grande chiusura dopo un lancio spettacolare ma non riesco a risolvere gli altri e mi piazzo quindi in 5° posizione. Comunque ho ancora molto da imparare nell’esecuzione dei blocchi, e guardare la leggerezza con cui li sale Gabriele Moroni è un grande stimolo a migliorare!

(Ringrazio Marco Iacono per le belle foto)

Adesso abbiamo altri due mesi abbondanti prima della prossima gara, un periodo sufficiente a tornare ad allenarsi intensamente per essere ancora più in forma ai prossimi appuntamenti! 😉

Advertisements

One thought on “Le prime due

  1. Pingback: Pit stop estivo | Marcello Bombardi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...